Tentativi di scoraggiamento


Un ebreo russo, Israil’ Metter, ha scritto un racconto Il quinto angolo. Nelle percosse subite in una cella i gendarmi lo sbattevano in terra gridandogli di cercare il quinto angolo della stanza. Li non c’era ma esiste il punto di riparo in cui non si sentono più le percosse.

Esiste, è la letteratura. Non è opera sacra, non insegna l’andatura prescritta dalla divinità, non è nuovola stesa a tappeto. É sporgenza sotto la quale proteggere la propria vita dalla grandine dei colpi.

Non sono sacre le cose che scriverai, ma ugualmente devi sapere che potranno servire a molto per qualcuno, tenergli compagnia dentro un affanno.

Non ha niente di sacro la scrittura letteraria, ha però responsabilità civile.

Erri De Luca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*