Crea sito
Attualità

E’ ora di dire BASTA!

Io desidero un futuro per me. Dato che non ho scelto io di venire al mondo, ma mi ci trovo, io pretendo di vivermela sta minchia di vita che mi è stata donata. E non attaccata alla gonna di mia madre per l’eternità, nè alla cintola di mio padre. Ho 30 anni, cazzo. Se mi volto indietro e faccio paragoni, le generazioni dei miei genitori, per non parlare di quella dei miei nonni, alla mia età, avevano famiglia da anni. E per famiglia intendo proprio il pacchetto completo: casa, compagno/compagna, figli, lavoro e animali eventuali.

Ecco, io mi sono stufata di vivere invece ancora con i miei genitori, senza un cavolo di lavoro fisso, nè di stipendio fisso nè tantomeno sufficiente a garantirmi un buco di monolocale, senza alcuna prospettiva per il futuro, senza alcuna certezza, senza neanche una parvenza di fine, di traguardo da raggiunegere, superato il quale io so che raggiungerò finalmente ciò che desidero: indipendenza.

Mi hanno insegnato che lo sbattimento che ci metti è direttamente proporzionale ai traguardi che raggiungi. Perchè mi hanno insegnato sta minchiata? Avrebbero dovuto dirmi che non era detto, che al limite ci potevi sperare. O meglio, avrebbero dovuto dirmi, di investire piuttosto sulle mie doti fisiche, sull’alimentare la mia stupidità e superficialità, sull’incrementare le mie conoscenze di uomini ricchi, potenti e tanto “benevoli” e “generosi” per garantirmi, spasso, fancazzismo, soldi, indipendenza e bellezza. Tanto, c’è qualcosa che conti di più ora? Ci sono appigli diversi a cui attaccarsi, ora? Perchè tutto quello che voglio, se lo voglio ottenere, deve seguire quegli step? Cazzo, non ho un euro e mi sono imbarcamenata in 3 lavori uno più precario dell’altro e sono comunque dipendente economicamente, non ho un minimo di sicurezze, non ho un tetto mio da costruire ma anzi dormo in una fava di letto in cui dormivo a 15 anni e, per giunta  non vedo manco una fine a questa mia condizione. Ma perchè devono far vivere una generazione di giovani disillusi e depressi? Ma non dovremmo essere Noi le colonne portanti di questo paese? Perchè sono i vecchi? I vecchi, non l’hanno già vissuta la loro vita? E, scusate il cinismo, non dovremmo ormai, accompagnarli verso la loro dipartita? Cazzo, io sono stufa di essere spettatrice delle vite degli altri, Io PRETENDO una vita MIA!

Quindi, mi allineo idealmente allo Sciopero di oggi, e lo cito con la maiscuola volutamente, perchè lo nomino con rispetto. Anche se sono a Follo, in uno dei posti più sfigati della storia, a fingere di fare qualche cosa, anche se non ho una ceppa da fare e per uno stipendio che non ho ancora preso, a domandarmi che cazzo ci sto a fare qua e non  in una di quelle piazze. Ci sarebbe da scioperare, sì, ma non un giorno e non solo con la CGIL. Dovremmo farlo davvero il botto, cazzo!

Rivoluzione, rivoluzione, rivoluzione!!!!!!

…ma posso parlare, in fondo io? Che tanto sono qua e non là? e non faccio niente per lottare e garantirmelo sto futuro che tanto bramo? Sono solo una vigliacca di merda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*