Crea sito
  • i passi
    Istantanee,  Mio

    I passi

    Si fanno passi per andare e a volte per tornare. Anche per svago, si fanno passi, sovrappensiero la maggior parte delle volte. Passi lenti, veloci, cadenzati, irregolari, sincronizzati. Passi a tempo coi pensieri. Passi rumorosi o leggeri che non emettono suoni. Fedeli compagni di viaggio. A volte loro svoltano e tu no. A volte sono pronti ma sei tu a fermarli. Pensaci ai passi come parte di te, come parte di un corpo che troppo spesso dimentichi. Pensaci, e non lasciare che restino riflessi incondizionati dei tuoi giorni. Conta i tuoi passi, guardali e ogni tanto voltati, per stupirti delle strade che ti hanno fatto percorrere e scoprirti, si spera,…

  • Istantanee

    La normalità

    Pensiero personale sul' importanza della leggerezza nei rapporti umani e augurio a tutti di passare attraverso la normalità e la semplicità dei gesti e delle parole senza censure e aspettative inespresse.

  • Mio

    Soddisfazione personale

    Oggi mi è capitata questa piccola ma grande soddisfazione personale. Sì, forse mi basta poco per avere una soddisfazione personale, ma tant’è…per me è importante. É andata così: ho letto su fb un post di un mio caro professore di Università e trattandosi di tematiche a cui tengo e legate al mio lavoro, non ho potuto non condividerlo. Il fatto che mi abbia commentato in un modo così gentile, mi ha fatto davvero piacere. Belli i ricordi di chi è passato nella tua vita e per un attimo l’ha accompagnata. Bello ricordare cosa abbiano rappresentato. Mi basta poco, sono fatta così.    

  • Mio

    Quasi 37.

    Ne ho quasi 37. Domani sarà il primo mio compleanno in cui tu non ci sei. Domani sarà il primo mio compleanno di cui ho memoria in cui pioverà e pioverà forte. Anche il tempo rispecchierà la tua mancanza. Vado avanti. A passi spediti senza fermarmi. Perché so che funziona così, che si deve fare così. E so anche che tu lo vorresti. Mentre corro, l’immagine di te mi si palesa davanti agli occhi, all’ improvviso, quando non c’entra niente. Un flash e subito dopo il pensiero dell’impossibilità di rivederti ancora. Perdo in un attimo letteralmente fiato, scuoto la testa e corro di nuovo. Il 31 maggio alle 13.28 ero…